Social Icons

Pages

sabato 29 giugno 2013

Ceretta Araba zucchero e limone - Depilazione Sokkar


La ceretta araba o sokkar  è una cera naturale per la depilazione, usata sin dai tempi antichi nei paesi arabi.
Un rimedio da fare in casa per rimuovere i peli superflui, naturale ed economico.
Composta da elementi semplici e non tossici, vediamo come si prepara la sokkar.

Occorrente
1 bicchiere di zucchero, succo di 1/2 limone, mezzo bicchiere di acqua, 1 cucchiaio di sale.
Versate gli ingredienti in una pentolino antiaderente e fate sciogliere a fuoco medio, mescolando bene con un cucchiaio di legno finché il colore non sarà diventato caramellato. 
Versate la cera sul piano di marmo bagnato (oppure versatela su una vaschetta di alluminio) e con un cucchiaio portate le estremità della cera verso il centro, in modo da raffreddarla uniformemente. 

Quando sarà meno calda, prendetela con le mani bagnate e lavoratela tirandola e ricompattandola, aggiungendo all’occorrenza altre gocce di acqua fredda, finché non si sarà formata una pallina elastica ambrata.

Stendete quindi la cera sulle gambe: strappate con delicatezza pochi centimetri alla volta.
Se vi avanza della ceretta, conservatela e riscaldatela a bagnomaria quando la vorrete riutilizzare.

Variante della Ceretta Araba 

200 g di zucchero, qualche cucchiaio di miele, 50 g di succo filtrato di limone
Mettete in una casseruola gli ingredienti, fateli sciogliere e poi bollire per circa 15 minuti.
Ponetela in un contenitore di vetro o metallo e fatela raffreddare.
Una volta solidificata potrete scaldarla, quando volete adoperarla, in una pentola di acqua calda a bagnomaria.

Può essere usata come una normale ceretta: stendetela con una spatola sulla pelle nel verso del pelo e asportatela con le strisce di tessuto che vengono utilizzate normalmente per la ceretta.

4 commenti:

  1. Facile a dirsi ma se sbaglio temperatura?

    RispondiElimina
  2. Ciao Simona, certo è importante la giusta temperatura.

    Bisogna farla raffreddare un pò, ma non deve essere troppo fredda altrimenti si solidifica... insomma una via di mezzo!

    Il secondo metodo comunque lo trovo più semplice.

    RispondiElimina
  3. Meno male che non ho bisogno della ceretta, ma passerò la ricetta a mia figlia.

    RispondiElimina
  4. Cose da donne...
    un saluto
    Xavier

    RispondiElimina

linkwithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 

Sample text

Sample Text

 
Blogger Templates